Venerdì Santo

In casa avevamo (e abbiamo ancora) una edizione del Vangelo in grandi dimensioni, con diverse pagine illustrate e decorate.

Per diverso tempo pensai a come fotografare questo bel libro, e una sera dopo cena, durante la visita del mio vecchio amico Antonio Bocchino (gli occhiali erano i suoi), in poco tempo allestii la scena e feci lo scatto, misurando l’esposizione in luce incidente con l’esposimetro manuale Gossen Lunasix F.

Il tempo maggiore lo impiegai nel taglio dell’immagine, diagonale ma non troppo, con un’altezza della macchina fotografica ad altezza degli occhi del lettore.

Questa foto fu la mia seconda ripresa in bianco nero in grande formato.

Lo scatto è stato realizzato con banco ottico Toyo 45C e obiettivo Schneider Xenar 210 su pellicola 4×5 Kodak T-Max 100 ASA.

Lo sviluppo del negativo fu fatto con Ornano Gradual ST20 in bacinella aperta, in camera oscura completamente buia.

Il negativo fu stampato su carta baritata Ilford Galerie n. 3.

La ripresa è stata fatta con un tempo di scatto che non ricordo, ma sicuramente di svariati secondi, considerando che avrò diaframmato parecchio, almeno F22.

L’illuminazione è stata fatta con luce diretta laterale, molto di taglio e radente, tanto che la parte bianca della pagina destra risulta leggermente sovraesposta, con un illuminatore IFF e lampada da 650W. La luce intende simulare la classica illuminazione a macchia tipica di una piccola lampada da tavolo.

By |maggio 16th, 2016|Foto in Bianco e nero|

Scrivi un commento